9 luglio 2009

Ligera? Leggera!


Posto qui, perché se mai ne avessi avuto intenzione di iscrivermi ora mi è passata del tutto, un topic uscito sul forum del MoBi intitolato "Ligera? Leggera!" dove il vicepresidente chiosa in maniera, a mio modo di vedere insinuante, il fatto che ho descritto la Ligera del Lambrate con le parole "Nel palato scorre, per l'appunto, leggera..." nel numero di luglio del Gambero Rosso. Al che la risposta di un consigliere è stata: "Ma povero Maurizio, Xe veneto, ostrega!". Che dire, avrei davvero preferito non leggerla, il fatto è che purtroppo, per dovere professionale e per curiosità personale, sfrucuglio abbastanza spesso nei forum, newsgroup e blog altrui. Cerco sempre di informarmi o di tenermi aggiornato, includendo nella lettura anche diatribe di cui mi frega poco o punto (questo è un toscanismo montanelliano perché pur essendo veneto di origine, discendo da toscani con "imbarbarimento" lombardo...). Colpa mia dunque, che dovrei fare il mio lavoro parlando con i birrai e stop. Invece cerco di allargare, dove e come posso, lo sguardo alla realtà artigianale nel suo complesso segnalando siti che reputo interessanti come microbirrifici.org e, almeno una volta mi pare di ricordare il MoBi. Ripeto, colpa mia. Il fatto è che della storia della Ligera, nomignolo dato alla malavita milanese di anni fa, sapevo: mi è bastato leggere rapidamente il sito del Lambrate per scoprirlo. Benché forse me l'avesse detto proprio qualcuno di loro, ma non sono sicuro. La frase segnalata dalle alte sfere del MoBi andava letta come un gioco di parole e niente più. A mio avviso era anche simpatico e non credo comunque che i lettori del Gambero mi spareranno per non aver loro rivelato una così preziosa informazione come la vera origine del nome. Invece vengo paragonato a quel tale, portato a esempio da Kuaska, che sbaglia l'origine del nome Golding... Che tristezza, davvero. In contumacia, portato davanti alla Sacra Rota della birra italiana e condannato con sarcastica irrisione. Vabbé ragazzi, prendo atto e memorizzo. Non ho evidentemente i meriti per ascendere alle vette immacolate del Monte Olimpo della cultura brassicola nazionale, lassù l'aria è troppo rarefatta e faccio fatica a respirare. Visti da qua sotto siete bellissimi come gli dei, inavvicinabili come loro, perfetti e luminosi come gli astri che vi hanno creato per portare la luce ai plebei che si infangano sulla terra.

17 commenti:

Schigi ha detto...

Non te la prendere tanto...pensa che io per allargare i miei orizzonti ho persino dovuto spendere 4 euri e 90 per comprare quella rivistaccia che è ormai diventato il Gambero Rosso.
Scendi tu dall'Olimpo della perfezione e accetta le critiche dei lettori.
Poi , se lo ritieni utile, continua ad avere rapporti solo con chi ti dice bravo.
Il professionista sei tu.

Luca ha detto...

Non ho assolutamente le capacità e l'esperienza per dare un parere autorevole sulla faccenda, ma per quel che può valere, ti suggerisco di abbracciare il pensiero "mal comune mezzo gaudio". Appunti e critiche di questo tipo sono cadute a pioggia su tutto il mondo birrario. E' stato colpito chi produce, chi beve e chi scrive ( addirittura anche chi semplicemente, parla ), professionisti e non. Che sia un bene o un male, non lo so. Prendiamo solo atto che è un modus operandi..
Ciao
Luca

Schigi ha detto...

Sono d'accordo sul mal comune...meno che a Maurizio provochi il mezzo gaudio l' essere accostato ai tuoi scritti.

Davide Bertinotti ha detto...

... l'ironia è morta ...

Maurizio ha detto...

Scusa Davide, ma l'ironia non è morta... Ho cercato di farne un po' anche io nel mio post... Mi dispiace se non ve ne siete accorti... Ma l'uscita di Schigi mi è sembrata l'usuale schizzata di veleno di cui lo riconosco maestro e questa volta, diversamente dal solito, mi ha fatto girare... Perché non è una critica, lo sappiamo bene tutti, solo un travaso di bile...
@Schigi: non vi schifo come annunci tu al popolo di Mobi, per lo meno non come gruppo e non nelle tante singole persone che lo compongono. Poi, vai tranquillo, qui il vero professionista sei tu: chi altri sa essere così attivo su Internet giorno e notte...

Leo ha detto...

Scatta inevitabilmente il giochino: "Dai un volto anche tu ai personaggi dell'immagine in apertura di post!"

Anonimo ha detto...

ma sì dai Maurizio , qualche anno fa trattarono così (e forse anche peggio) il birraio di Apricale e ora sono culo e camicia ... quando ne avranno bisogno ritorneranno amiconi e si dimenticheranno di una polemica così .."ligera"...
ora hanno tanta gente nuova sul forum da "educare" e fidelizzare perdonali...
io sarei contento che tutti quelli che scrivono di birra avessero la tua competenza.

Michele ha detto...

Un forum é uno strumento democratico in cui ognuno "posta" quello che vuole "a responsabilità strettamente personale". Non me la prenderei proprio con MoBi per le parole di Schigi. Conta anche che il sottoscritto benché lombardo ignorava il significato di ligera e comunque condivide appieno il tuo commento sulla ligera (per cui sono convinto che anche il birraio stesso ha inteso dare il doppio senso). Certo che "nel galateo dei forum" ci sarebbe di rispondere nelle sedi competenti ovvero in questo caso sul forum stesso...
E ricorda che nella nuova "Divina Commedia Digitale" i "lurkatori" vengono condannati come ignavi!!! ;-)

Maurizio ha detto...

@ Michele: un forum non è uno strettamente democratico nel senso ampio del termine perché ti devi registrare e fornire un po' dei tuoi dati ma, a parte questo, non vedo perché io, tirato in ballo senza aver detto beh, mi trovo costretto a iscrivermi a quel forum per rispondere. Questo blog non ha filtri, ci puoi scrivere anche rimanendo anonimo (non che la cosa mi piaccia follemente, ma al momento è così).
Altra precisazione importante: io non nulla contro il Mobi in quanto tale e non partecipo a nessun "complotto" e non trasudo niente di particolare contro questo movimento, come ho letto. Mi ha fatto innervosire, se permetti, la sparata gratuita e ho reagito di conseguenza sul mio blog, aperto a tutti commenti. A un mio vecchio post un simpatico anonimo mi ha scritto che sperava che gli articoli che mi pagano fossero meglio di "questa roba qui". Non è un commento molto carino, non trovi? Però andiamo avanti ma, per favore, lasciamo stare il "galateo del forum"...
Infine, sono contento che la Ligera ti piaccia come piace a me!

Michele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michele ha detto...

Mah, IMHO, parole come "se mai ne avessi avuto intenzione di iscrivermi ora mi è passata del tutto" sembrano spostare la tua presa di posizione più contro MoBi che contro il post del forum o contro il suo autore, ma se dici così ti voglio credere...
Riguardo alla democrazia di un forum invece insisto: non credo che la democrazia debba per forza andare di pari passo con l'anonimato (quella é l'anarchia). Un forum risponde al concetto di "luogo di confronto" dove ogni utente ha pari dignità. Un blog nasce per "esternalizzare dei propri pensieri" e secondariamente come "luogo di confronto". Poi ognuno fa come crede, per carità...

Anonimo ha detto...

Adesso chiunque può scrivere tutto quello che gli passa per la testa? Solo perché si tratta di un forum o di un blog? Beh, dipende, perché se una persona critica qualcuno deve assicurarsi che la critica abbia un senso, un fondamento, che sia tale insomma. Nel caso della ligera, quella sul forum Mobi non è una critica, bensì una errata interpretazione; non mi pare, infatti, che Maestrelli abbia scritto sul Gambero Rosso che la ligera si chiama così perché è leggera…Se avesse scritto così sarebbe stata corretta la critica, ma visto che i fatti sono diversi è inutile perpetrare nell’errore e dire poi che uno dovrebbe anche non prendersela… Ė giusto che uno risponda a quella che sembra più una provocazione di una nota critica, con i toni che sono peraltro commisurati a quelli del commentatore. Credo che non si possa scrivere qualunque cosa solo per “diritto di cronaca” o “libertà di espressione” e similari e pretendere che chi è preso in causa stia pure zitto, perché altrimenti passa per permaloso….Qui, secondo me, la permalosità non c’entra proprio….
(ah, se uno “posta” in quanto vicepresidente di un’associazione, sul forum della stessa, è difficile intendere che il commento sia “a responsabilità strettamente personale”…).
Buona estate Maurizio!

Schigi ha detto...

Anonimo.
In nomen omen. ;-)

velleitario ha detto...

@ Michele
la democrazia non esiste.

Schigi ha detto...

@Maurizio
E comunque tu trasudi...oh...se trasudi...tra i link birrari hai messo anche quello di tua zia e non di MoBI...anche se lo lurki nell'anonimato... ;-)

Anonimo ha detto...

Beh caro Maurizio, Schigi e Bertinotti un pochino su con te ce l'avranno pure per differenti visioni di tutta una serie di fatti e cambiamenti in essere nel mondo artigianale. Di sicuro però l'esserti così irritato per la Ligera fa il gioco loro... Sei e sei stato comunque sempre molto preciso equilibrato onesto nei tuoi scritti questo te ne va dato atto. Poi per certe posizioni che tieni su Assobirra e gli "Intoccabili 2" sono anche per me molto discutibili... Senza rancore Giorgio

Davide Bertinotti ha detto...

@ Giorgio.
Guarda che io non ce lo su proprio con nessuno, tantomeno con quelli che hanno idee e visioni differenti dalla mia.
Se ho fatto battute sulle origini geografiche di Maurizio o sulla sua mancanza di ironia nel caso, è perchè lo conosco da diversi anni e presupponevo una sua capacità di "incassare" frecciatine che evidentemente in questo momento non c'è. Forse ci sono dei nervi scoperti che io ignoro...